memoryup presenta i 5 ingredienti dell'insegnante top

I 5 ingredienti dell’insegnante top

Autore: Marianna Piccoli

Quante volte ti è capitato di iniziare la giornata di lavoro con il piede sbagliato?

Non senti la sveglia, il treno è in ritardo, c’è traffico per strada e raggiungere la scuola diventa un naufragio… e potrei aggiungerne a decine!

TU che abitudini hai?

Oppure, sei un insegnante e arrivi a scuola in pieno orario, sano e salvo, ma inizi ad essere assalito da mille pensieri: l’interrogazione della 5 A, i ragazzi quest’anno vanno in quinta, è importante prepararli bene! La montagna di verifiche da correggere tornati a casa, ci sarà il tempo per un buon film? La 3 B che quest’anno è diventata più numerosa del solito; Alex e Luca della 1 C, sempre a chiacchierare durante la lezione; domani c’è anche da andare in posta prima che chiuda per una pratica urgente…ah no, ma c’è riunione docenti, e la spesa quando la si potrà fare? Che stress

Meno male che arriva la tua collega a salvarti con un buon caffè!
Insomma, speri che quel caffè ti possa dare la forza per portare a termine con vittoria la tua giornata.

E se ci fosse una bevanda che, se bevuta tutte le mattine, ti permettesse di affrontare con serenità la ricca giornata che ti aspetta?
Che ti permettesse di essere ogni giorno di più una fonte di ispirazione per i tuoi studenti?
Che ti permettesse di andare a dormire con il sorriso, allora la berresti?

Ok ok, potrebbe passarti per la mente un bicchiere di vino o di birra, ammesso che ti piaccia, ma tranquillo non è nulla di alcolico!
Quello che ti proponiamo noi è completamente analcolico e al tempo stesso qualcosa di più strong qui, ma dove trovarlo?
Non ti preoccupare, è un insieme di cose che possiedi già dentro di te!
Un energy drink addirittura gratis tutte le mattine: spaziale vero?

L’ENERGY DRINK DELL’INSEGNANTE

Ecco quindi i 5 ingredienti per ricreare l’energy drink dell’insegnante e iniziare la giornata con il piede giusto:

  1. Atteggiamento mentale positivo: lo sapevi che qualunque nostra performance è condizionata dall’atteggiamento?
    A parità di competenze e di conoscenze, un atleta è più prestante di un altro “solo” per il fatto di avere un atteggiamento mentale positivo! Il tuo atteggiamento condiziona i tuoi pensieri e i tuoi pensieri influiscono sul tuo modo di percepire la realtà e di relazionarsi con essa, e quindi, le tue azioni.
    Come allenarlo? Inizia la giornata con una bella dose di pensieri positivi, ad esempio, “Persisto fino al successo”. E non dimenticarti di sorridere: quando eri uno studente, ti piaceva di più l’insegnante che entrava in classe con il musone o quello che ti accoglieva con il sorriso?
  1. Focus sull’obiettivo: datti un obiettivo da compiere entro la giornata: assicurati che sia un obiettivo concreto e motivante, questo garantirà maggior successo! Ad esempio, “Entro questa giornata voglio spiegare alla 1b il teorema di Euclide divertendomi e sorridendo alla classe.”.
  1. Visualizza: non sempre è facile mantenere il sorriso, ognuno ha giornate no. Visualizzare che tutto andrà per il meglio, può darti un supporto in più, è una sorta di bacchetta magica per rendere la giornata più fluida e leggera.
    Attento però: è importante ti focalizzi sulla gioia che sentirai dopo aver passato la splendida giornata che hai visualizzato. La visualizzazione è ottima da utilizzare prima di una spiegazione importante, prima di una riunione o di una conferenza: visualizza ogni singolo momento del tuo discorso, come reagiranno gli studenti e i colleghi, come ti sentirai in quella situazione. Una sorta di simulazione in preparazione alla verifica finale.
  1. Sii creativo: ti ricordi quando eri ancora un bambino? Riuscivi sempre a trovare un modo per divertirti, inventavi oggetti dal nulla, creavi cose con poco, immaginavi personaggi di ogni tipo! Usavi tantissima creatività, e si sa che la creatività ha proprio il grande potere di allenare il tuo cervello al problem solving! Nonostante applicherai questi suggerimenti, potrebbero capitare ancora giornate no. Cosa fare? Immagina sempre nuove soluzioni!
    A proposito, vogliamo regalarti un piccolo esercizio per allenare il muscolo della creatività: il brainstorming. Scrivi su un foglio un’azione semplice e trova 200 soluzioni, dai spazio alla fantasia, non c’è confine tra reale e surreale! Ad esempio: come scrivere su un foglio, come aprire una porta, come andare da Milano a Roma.
  1. Sii grato: le Neuroscienze confermano quanto la gratitudine stimoli a produrre l’ossitocina, un insieme di ormoni che stimola l’affetto, porta calma, riduce l’ansia, la paura e la fobia. Prima di entrare in classe, scegli qualcosa o qualcuno per cui sei grato e dillo più volte nella tua mente: è importante che tu senta questa frase vera per te, che ti risuoni dentro.

PARTI CON IL PIEDE GIUSTO LE TUE GIORNATE E LE TUE LEZIONI

Scriviti i 5 ingredienti del tuo energy drink in un post-it e attaccalo alla tua agenda per portarli sempre con te!

Partire con il piede giusto la giornata grazie a questo drink di energia, ti aiuterà a mantenere il sorriso nei momenti di stress e ad essere ogni giorno di più una fonte di ispirazione per i tuoi studenti.

Un insegnante colpisce per l’eternità; non si può mai dire dove la sua influenza si ferma
Henry Brooks Adams

Sei un insegnante e ti piacerebbe vivere ogni giorno tutto questo?
Sappi che è possibile, clicca qui.